Trichet (ex Presidente BCE) vede la luce in fondo al tunnel ma critica l’overdose di stimoli

(Teleborsa) – Jean-Claude Trichet, ex presidente della Banca Centrale Europea, circondato dagli euro scettici dentro e fuori il blocco, non perde le speranze e vede la luce in fondo al tunnel.

Intervistato dall’agenzia MarketWatch, l’ex governatore BCE dal 2003 al 2011, getta acqua sul fuoco e spiega che l’economia europea “è semplicemente un po’ in ritardo” rispetto agli Stati Uniti, poiché ha dovuto far fronte a tre crisi finanziarie. Quella dei subprime nel 2007, il fallimento del colosso bancario statuntense Lehman Brothers nel 2008 e la crisi del debito sovrano europeo nel 2010.

Per Trichet, l’Eurotower non deve essere trasformato in un “elicottero” riferendosi all’esempio puramente scolastico di “helicopter money”, ovvero l’immissione di denaro a pioggia da parte della banca centrale.

“Non sto dicendo che le cose stanno andando bene, non stanno andando bene. Ma sembra che la maggior parte della discussione globale sull’Europa sia un po’ troppo negativa”, ha affermato l’economista francese, dal 2012 presidente del consiglio di Bruegel (Brussels European and Global Economic Laboratory), think tank economico con sede a Bruxelles.

L’ex banchiere ribadisce infine di essere contrario alle posizioni assunte dalle banche centrali, ovvero l’overdose di massa monetaria per stimolare la domanda interna.

Trichet (ex Presidente BCE) vede la luce in fondo al tunnel ma critica l’overdose di stimoli
Trichet (ex Presidente BCE) vede la luce in fondo al tunnel ma critic...