Tra Milano e Roma quota voli al minimo e i viaggiatori preferiscono il treno

(Teleborsa) – Aerovia o binario? Questo il dilemma. Il Business Travel Survey redatto da Uvet (polo italiano del turismo leader nella fornitura di servizi e soluzioni innovative per viaggi d’affari, mobility, turismo, incoming ed eventi corporate) fotografa chiaramente il trend sul collegamento tra Roma e Milano e nel match è il binario ad avere a meglio che risulta attualmente preferito da 3 viaggiatori su 5.

Sarà anche perché da fine ottobre cesseranno i voli tra Malpensa e Fiumicino, finora garantiti da EasyJet (che li aveva avviati nel 2008 e mantenuti dopo l’abbandono di Alitalia), mentre continua a soffrire proprio la rotta un tempo più gettonata, quella con Linate, su cui Alitalia effettua una ventina di voli giornalieri.

Una frequenza appena sufficiente a garantire continuità e interesse nei confronti dei frequent flyers e dei viaggiatori in transito sulle connessioni domestiche, internazionali e intercontinentali offerte dall’hub capitolino. Un servizio, quello di Alitalia, forzatamente concorrenziale nei confronti dell’Alta Velocità ferroviaria (tariffe ridotte anche per l’area business, meno di tre ore da punto a punto, cambi facili e veloci da un convoglio all’altro), che non produce la necessaria redditività.

Resta qualche interrogativo sulla strategia di EasyJet, che ha mantenuto i 6 voli giornalieri tra Malpensa e Fiumicino nell’orario estivo, stagione che, primavera a parte, risente del calo fisiologico della domanda. Segno che la decisione di rinunciare a operare il collegamento era maturata già a marzo scorso, a fronte di proiezioni di mercato che non lasciavano ben sperare.

Tra Milano e Roma quota voli al minimo e i viaggiatori preferiscono il treno
Tra Milano e Roma quota voli al minimo e i viaggiatori preferiscono il...