Tokyo chiude piatta ma il titolo Toshiba crolla del 20%

(Teleborsa) – Finale senza grandi scossoni per la borsa di Tokyo, in un panorama asiatico nel complesso poco mosso, complici i volumi sottili nell’ultima settimana del 2016.

L’indice Nikkei della piazza giapponese ha chiuso con una limatura dello 0,01% a 19.401,72 punti mentre il più ampio indice Topix è salito appena dello 0,04% a 1.536,80 punti. 

Dal fronte macro, la produzione industriale ha deluso gli analisti, nonostante la forte ripresa messa a segno a novembre, mentre le vendite al dettaglio hanno battuto le aspettative. Sul listino nipponico, va segnalata la brusca caduta del titolo Toshiba crollato del 20% dopo le perdite della vigilia sull’annuncio di un’attesa svalutazione di diversi miliardi di dollari, legata alla sua attività nucleare americana che avrà impatti negativi sui conti di bilancio. 

Tra le altre borse asiatiche, viaggia sopra la parità Seul con un ribasso dello 0,87% mentre Taiwan balza dell’1,01%. Giù le borse cinesi: Shanghai -0,39% e Shenzen -0,05%.

Miste le altre piazze asiatiche che chiuderanno più tardi le rispettive sedute con Hong Kong che balza dello 0,70% dopo essere rimasta chiusa ieri per festività. Kuala Lumpur avanza dello 0,50% e Jakarta sale del 2,09%. Sopra la parità Singapore +0,36% e Bangkok +0,26%. La borsa di Mumbay segna un +0,49%. Riapre anche la piazza di Sydney che mostra un +1,01%. 

Tokyo chiude piatta ma il titolo Toshiba crolla del 20%
Tokyo chiude piatta ma il titolo Toshiba crolla del 20%