Tassi fermi in Australia, inflazione sotto il target della banca centrale

(Teleborsa) – Tassi di interesse invariati in Australia dove la disoccupazione è tornata a salire, nel mese di dicembre, toccando il livello più alto in sei mesi.

La banca centrale australiana ha confermato la sua politica monetaria, reiterando il costo del denaro all’1,5%. L’ultimo ritocco, al ribasso, è stato deciso ad agosto 2016, quando la Reserve Bank of Australia (RBA) tagliò i tassi dello 0,25% portando il costo del denaro ai nuovi minimi storici. 

Nel mese di dicembre, il tasso dei senza lavoro è salito al 5,8% rispetto al 5,7% precedente. Una risalita inaspettata visto che gli analisti si attendevano una conferma della disoccupazione sui livelli di novembre.

La RBA ha citato le preoccupazioni per un rallentamento dell’economia e timori di un surriscaldamento del mercato immobiliare. I prezzi delle case a Sydney sono aumentati del 15%, nel 2016 e, sono quasi raddoppiati dal 2012. Intanto l’inflazione resta ben al di sotto del target del 2-3% fissato dall’istituto centrale.

Tassi fermi in Australia, inflazione sotto il target della banca centrale
Tassi fermi in Australia, inflazione sotto il target della banca ...