Takata alla resa dei conti. Avviata la procedura per bancarotta

(Teleborsa) – Takata getta la spugna e dichiara il fallimento.

Come ampiamente anticipato la scorsa ottava, il produttore nipponico di airbag ha annunciato di aver avviato la procedura di bancarotta in Giappone e negli Stati Uniti e la cessione alla Key Safety Systems per 1,6 miliardi di dollari.

Finanziariamente stremata da una decade di richiami per airbag difettosi e da costose battaglie legali (è stata accusata di almeno 17 decessi nel mondo), Takata passerà alla storia come la maggior bancarotta nell’industria manifatturiera giapponese.

La procedura di protezione dai creditori, nota negli USA come “Chapter 11”, permetterà a Key Safety Systems di scendere in campo per il salvataggio.

KKS è un fornitore di pezzi di ricambio con sede in Michigan (USA) di proprietà della cinese Ningbo Joyson Electronic Corp.

Takata alla resa dei conti. Avviata la procedura per bancarotta
Takata alla resa dei conti. Avviata la procedura per bancarotta