Siccità, pioggia sull’Italia non fa rientrare l’allarme

(Teleborsa) – Resta alto l’allarme siccità nonostante il meteo preveda pioggia sull’Italia. Per migliorare l’efficienza della rete idrica nazionale servirebbero investimenti pari a 12,7 miliardi in quattro anni. E’ questa la stima dell’Autorità per l’energia e il sistema idrico, secondo cui il fabbisogno di investimenti per acquedotti, fognature e depurazione nel periodo 2016-2019 corrisponde a circa 3,2 miliardi all’anno. Intanto la situazione di Roma rimane critica con la razionalizzazione delle risorse idriche che è tutt’altro che scongiurata.

Dopo il battibecco tra Acea e Regione Lazio sulla turnazione idrica che già interessa circa venti comuni in provincia di Roma, anche la Città del Vaticano ha deciso di chiudere tutte le fontane, sia quelle esterne ubicate in Piazza San Pietro, sia quelle interne dislocate nei Giardini Vaticani e nel territorio dello Stato.

Intanto, oggi 25 luglio, il sindaco di Roma Virginia Raggi insieme al governatore del Lazio Nicola Zingaretti, ha deciso di tenere un incontro in Campidoglio tra l’assessore regionale competente e i rappresentanti di Acea  con l’obiettivo si scongiurare lo stop acqua ai romani.

Siccità, pioggia sull’Italia non fa rientrare l’allarme
Siccità, pioggia sull’Italia non fa rientrare l’alla...