Seminconduttori, salta l’intesa Infineon-Wolfspeed

(Teleborsa) – Salta l’acquisizione di Wolfspeed da parte della compagnia tech tedesca Infineon. Lo ha annunciato Cree, la casa madre del produttore statunitense di seminconduttori. 

Secondo quanto riferito dalla stessa Cree, le due società chip non sono stati in grado di individuare soluzioni alternative ai timori di sicurezza nazionale sollevati dalla Commissione per gli investimenti esteri negli Stati Uniti, CFIUS (Committee on foreign investment in the United States), che aveva posto il veto sulla transazione. 

Cree e Infineon avevano detto che avrebbero cercato di trovare un compromesso con le autorità, ma gli sforzi non hanno avuto successo. 

Ora Infineon sarà costretta a pagare una penale di 12,5 milioni di dollari a Cree per la mancata conclusione della transizione. 

Seminconduttori, salta l’intesa Infineon-Wolfspeed
Seminconduttori, salta l’intesa Infineon-Wolfspeed