SACE (Gruppo CDP), oltre 600 imprese ricorrono al nuovo servizio recupero crediti esteri

(Teleborsa) – Grazie al nuovo servizio recupero credito esteri di SACE (Gruppo CDP), utilizzato da oltre 600 imprese, sono stati recuperati 150 milioni di euro.

SACE, che insieme a SIMEST costituisce il Polo dell’export e dell’internazionalizzazione del Gruppo CDP, ha di recente affiancato ai propri strumenti di assicurazione dai rischi di mancato pagamento un servizio dedicato al recupero dei crediti esteri che non prevede alcun costo sino all’effettivo recupero del credito.

Se per il recupero di crediti domestici e in Paesi europei le imprese italiane hanno a disposizione un numero ampio di operatori specializzati, per il recupero di crediti in Paesi extra UE (emergenti in primis) l’impresa ha infatti sino ad ora avuto come unica opzione il ricorso ad azioni giudiziarie tramite studi legali internazionali, con tempi e costi elevati, spesso insostenibili e senza garanzia di successo.

SACE svolge le attività di recupero e ristrutturazione dei crediti senza intermediari, potendo contare su un ampio network internazionale, con vantaggi in termini di velocità di azione e di costi. Gli specialisti di SACE SRV gestiscono le diverse fasi dell’attività stragiudiziale e giudiziale per il recupero dei crediti di qualsiasi entità, sino alla negoziazione di accordi di ristrutturazione dell’esposizione finanziaria di corporate e banche, repossession e remarketing di forniture garantite all’estero.

SACE (Gruppo CDP), oltre 600 imprese ricorrono al nuovo servizio recupero crediti esteri
SACE (Gruppo CDP), oltre 600 imprese ricorrono al nuovo servizio recup...