SACAL, bilancio 2016 in rosso, ma ipotesi pareggio nel 2017

(Teleborsa) – Sacal, società di gestione degli aeroporti calabresi di Lamezia Terme, Crotone e Reggio Calabria, approva il bilancio 2016 che registra perdite per oltre 1,5 milioni, ma vede segnali positivi all’orizzonte grazie ai dati sull’andamento del primo semestre 2017 che conferma il trend di crescita del margine operativo lordo che prospetta la chiusura in pareggio dell’esercizio corrente.

Peraltro, continua a pesare il passivo ereditato dalle precedenti gestioni amministrative fino al 2015, che ammonta a 4,1 milioni, coperto per quasi il 50% attraverso il ricorso alle riserve straordinarie.

L’assemblea SACAL si è divisa, invece, sull’elezione del collegio sindacale in scadenza, ovvero sulla nomina del terzo componente (due sono espressi dai ministeri dell’Economia e delle Infrastrutture) che spetta alla società di gestione. Il socio privato Renato Caruso, che detiene il 30% delle quote Sacal e la cui figlia Adele siede in CdA con la carica di vicepresidente, ha ottenuto che venisse eletto il commercialista trentino Maurizio Scozzi, a cui favore si è espresso sindaco di Lamezia Paolo Mascaro, mentre Provincia di Catanzaro e Ubi Banca si sono astenute. Escluso il commercialista catanzarese Marco Correggia, candidato da Confindustria Catanzaro e appoggiato dal governatore Mario Oliverio, presente in assemblea.

SACAL, bilancio 2016 in rosso, ma ipotesi pareggio nel 2017
SACAL, bilancio 2016 in rosso, ma ipotesi pareggio nel 2017