Roma e Parigi ai ferri corti: Governo vuole vederci chiaro su TIM

(Teleborsa) – E’ scontro aperto tra Italia e Francia. Dopo la battaglia navale su Fincantieri e STX, Palazzo Chigi vuole vederci chiaro sulla “golden power” per Telecom. 

La Presidenza del Consiglio dei Ministri ah deciso di avviare un’ istruttoria sull’applicazione della cosiddetta Golden Power per TIM.

E’ quanto si legge in una nota sul sito del Governo che recita: “la Presidenza del Consiglio dei Ministri ha ricevuto una nota, datata 31 luglio, nella quale il Ministro dello Sviluppo Economico ha sollecitato una pronta istruttoria da parte del gruppo di coordinamento all’interno della Presidenza del Consiglio al fine di valutare la sussistenza di obblighi di notifica in relazione al comunicato stampa TIM in cui erano state rese note, inter alia, alcune tematiche di corporate governance affrontate dal Consiglio di amministrazione del Gruppo e, in particolare, la presa d’atto dell’inizio dell’attività di direzione e coordinamento da parte di Vivendi “. Dunque a lanciare il guanto di sfida a Parigi, il Ministro dello Sviluppo Economico, Carlo Calenda che oggi, 2 agosto, in audizione alla Camera, non ha fatto mistero di voler essere “intransigente” sulle norme in vigore per la Golden Share  spiegando: “proporremo una norma anti – scorrerie per le aziende quotate”.

Intanto, Vivendi appresa la notizia si trincera dietro un “NO comment”.

Roma e Parigi ai ferri corti: Governo vuole vederci chiaro su TIM
Roma e Parigi ai ferri corti: Governo vuole vederci chiaro su TIM