Rivoluzione in vetta alla SEC. La Presidente White lascerà a gennaio

(Teleborsa) – Se la vttoria di Trump alla Casa Bianca non provocherà un terremoto in vetta alla Fed – la Yellen può dormire sonni tranquilli – così non è stato per una carica un po’ più politica, la nomina dei vertici della Securities and Exchange Commission, l’authority americana analoga alla Consob.

E’ stato annunciato oggi un ribaltone al vertice, con il Presidente Mary Jo White, in carica dal 2013, che ha annunciato le dimissioni a gennaio prossimo, quando sarà formalizzata l’elezione di Trump alla casa Bianca. Dimissioni dovute, perché saranno ora i Repubblicani a nominare il nuovo leader della SEC, carica per cui viene indicato Paul Atkins, ex commissario della SEC.

Oltre ad una motivazione puramente formale inerente alla rappresentatività del partito al governo, le dimissioni di White rispondono anche ad una motivazione di natura più sostanziale, dato che Trump ha già annunciato che cambierà la legge finanziaria Dodd-Frank Act voluta da Obama. Sarà la fine della “rigida” regolamentazione di Wall Street, voluta non solo da Obama, ma anche dall’authority guidata dalla White. 

Va ricordato che la regolamentazione attualmente in vigore fissava una serie di “paletti” in memoria degli errori che portarono alla bolla speculativa e sfociarono poi nella crisi finanziaria del 2008. Fra questi il divieto ai fondi comuni di investire in derivati, controlli severi sul flash trading ed una regolamentazione stringente delle cosiddette “dark pool”, ovvero le piattaforme di trading non regolamentate e parallele alle borse tradizionali.

Rivoluzione in vetta alla SEC. La Presidente White lascerà a gennaio
Rivoluzione in vetta alla SEC. La Presidente White lascerà a gen...