RFI: nuove tecnologie per potenziare collegamenti ferroviari con Nord Europa

(Teleborsa) – Rete Ferroviaria Italiana (RFI), società del Gruppo FS proprietaria e gestore degli impianti, punta sulle innovazioni tecnologiche per migliorare la gestione del traffico dei treni viaggiatori e merci, rendere interoperabili le linee ferroviarie transfrontaliere di collegamento con l’Europa e incrementare ulteriormente la sicurezza degli attraversamenti stradali dei passaggi a livello. Obiettivi questi al centro di una prima fase di sperimentazione i cui test si sono appena conclusi in modo estremamente positivo su un tratto della linea Domodossola-Novara.

Protagonista della sperimentazione, ed è la prima volta al mondo, il sistema ERTMS/ETCS (European Rail Traffic Management System/European Train Control System) livello 1 di concerto con la tecnologia Radio Infill per garantire una migliore supervisione e controllo del distanziamento in sicurezza dei treni. Una serie di prove tecniche dagli ottimi risultati, tanto è vero che RFI nel corso del 2017 attiverà il sistema sugli 80 chilometri dell’intera linea. 

La tecnologia Radio Infill permette di gestire la circolazione ferroviaria da un unico Posto centrale, migliorando le funzionalità dei sistemi elettromeccanici e rendendo interoperabili le linee attrezzate con il Sistema Controllo Marcia Treni (SCMT). Le prove hanno dimostrato la validità tecnica del nuovo sistema, che permette di incrementare le prestazioni delle linee attraverso un collegamento continuo via radio (GSM-R) fra i treni, i punti di controllo lungo la linea e la sala di controllo centrale, in questo caso situata a Novara. Grazie alla nuova tecnologia, ogni treno riceve, istante per istante, la conferma di via libera per proseguire il viaggio, migliorando sensibilmente gli standard di regolarità, puntualità e sicurezza.

La linea Domodossola–Novara fa parte del Core Corridor europeo TEN-T Reno-Alpi, che collega i porti di Anversa e Rotterdam a quello di Genova attraversando Olanda, Belgio, Germania e Italia. 

Il sistema ERTMS/ETCS livello 1 con Radio Infill, quindi, dopo l’attivazione sull’intera linea Domodossola–Novara, sarà poi esteso su altre tratte italiane inserite nei Corridoi Europei TEN-T ancora gestite con sistemi elettromeccanici e SCMT, con un consistente risparmio di costi e tempi per l’installazione. E non appena le linee saranno potenziate con nuovi apparati elettronici, potrà essere effettuato l’upgrading al livello 2, già utilizzato sull’intero Sistema italiano AV/AC (linee Alta Velocità/Alta Capacità).

L’ERTMS/ETCS è un modernissimo e avanzato sistema utilizzato per il distanziamento in sicurezza dei treni e per il controllo della circolazione ferroviaria. È basato sulla radiotrasmissione di dati e informazioni che, dalle sale controllo a terra, giungono direttamente al treno in corsa. In questo modo è possibile seguire in tempo reale, istante per istante, la marcia del treno e fornire al macchinista tutte le indicazioni necessarie alla guida in sicurezza con l’attivazione della frenatura d’emergenza nel caso in cui non siano rispettati tutti i parametri e le condizioni di sicurezza, quali velocità superiore a quella consentita, rallentamenti, ostacoli sui binari, e altro.

RFI: nuove tecnologie per potenziare collegamenti ferroviari con Nord Europa
RFI: nuove tecnologie per potenziare collegamenti ferroviari con Nord&...