Pyongayang sbatte la porta in faccia all’ONU

(Teleborsa) – Non si placano le tensioni internazionali, mentre il braccio di ferro tra la Corea del Nord e l’ONU continua.

Pyongayang sbatte la porta in faccia al Consiglio di Sicurezza respingendo al mittente le sanzioni decise dalle Nazioni Unite bollandole come il “prodotto di una scellerata provocazione”.

Il ministero degli Esteri nordcoreano accusa la risoluzione votata dall’ONU, e arrivata in seguito all’ultimo test nucleare del regime di Pyongayang, come “fabbricata” dagli Stati Uniti per colpire il suo “legittimo diritto all’autodifesa”.

Intanto nella Corea del Sud continuano le esercitazioni militari “utili a dimostrare le capacità di risposta” di Seul di “fronte a eventuali provocazioni”.

Pyongayang sbatte la porta in faccia all’ONU
Pyongayang sbatte la porta in faccia all’ONU