Pubblicità, ricavi visti in crescita fino al 2020

(Teleborsa) – I ricavi del mercato italiano della pubblicità cresceranno a vista d’occhio fino al 2020, grazie soprattutto al boom del mobile. Questa la visione di PwC Italia contenuta nel rapporto “E&M Outlook Italy 2016-2020” presentato oggi a Milano. 

Nel 2016 i ricavi pubblicitari sono visti aumentare del 3% a 7,85 miliardi di euro, spesa che al 2020 potrebbe raggiungere quota 9,1 miliardi, con una crescita annua del 3,6%.

“Tale crescita è principalmente attribuibile ai segmenti TV e internet che, complessivamente, costituiscono il 70% del mercato pubblicitario. In particolare, il segmento TV rimane il principale canale di investimento”, spiega a Reuters Andrea Samaja, PwC E&M Leader, aggiungendo che “la spesa pubblicitaria sull’Iptv (diffusione di contenuti televisivi attraverso internet), una delle scommesse del futuro, crescerà con un Cagr del 25% ma per ora il suo peso specifico sul totale del mercato pubblicitario televisivo, pari al 2%, è ancora marginale”.

Continuerà a soffrire, invece, il mercato dell’editoria, con una flessione dei ricavi pubblicitari per periodici e quotidiani al 2020 stimata rispettivamente al -2,5% e -3,8%. La contrazione di tale segmento è causata dal declino del mercato della carta stampata che induce gli investitori pubblicitari a migrare i propri investimenti su altri canali.

Pubblicità, ricavi visti in crescita fino al 2020
Pubblicità, ricavi visti in crescita fino al 2020