Prestiti, continuano a crescere gli importi medi richiesti

(Teleborsa) – Crescono gli importi dei prestiti personali richiesti in Italia, dell’1,2% su base semestrale (maggio-ottobre 2016) e addirittura del 9% sull’anno, a fronte di una buona tenuta della domanda.

Secondo l’Osservatorio sul Credito al consumo di Facile.it e Prestiti.it, l’importo medio del prestito personale richiesto nel nostro Paese è pari a 11.200 euro, attorno ai valori di un anno e mezzo fa.
Per quanto riguarda le differenze regionali, le cifre più cospicue sono state richieste in Valle d’Aosta (con 12.800 euro), Sardegna (12.000) e Calabria (11.600), mentre il Molise è l’unica regione a scendere sotto la richiesta media dei 10mila (9.800 euro). 

Le finalità più frequenti per le quali si cerca di ottenere il finanziamento sono l’acquisto di auto usate (21,9%), l’ottenimento di denaro contante (15,3%) e la ristrutturazione di immobili (15%).

Il profilo tipo di chi chiede accesso al credito è piuttosto chiaro: parliamo di un uomo – lo è il 73% del campione esaminato, contro il 27% di donne – ha 40 anni (ne aveva 2 in più sei mesi fa) e vorrebbe ripagare il denaro chiesto a banche e finanziarie contando su uno stipendio mensile di 1.570 euro (+1,3% rispetto alla precedente rilevazione); unica differenza sostanziale rispetto al semestre precedente è relativa alla durata del prestito, che si ferma a 60 rate, contro le 66 mensilità registrate in passato.

Prestiti, continuano a crescere gli importi medi richiesti
Prestiti, continuano a crescere gli importi medi richiesti