Prestiti alle imprese stabili. Giù le sofferenze delle banche – Bankitalia

(Teleborsa) – Prestiti per le famiglie in crescita in Italia, mentre rimangono stabili quelli alle imprese. Lo rivela l’ultimo rapporto Bankitalia su “Principali voci dei bilanci bancari” di novembre e nel supplemento al Bollettino statistico “Moneta e banche”.

I prestiti al settore privato, corretti per tener conto delle cartolarizzazioni e degli altri crediti ceduti e cancellati dai bilanci bancari, hanno registrato una crescita su base annua dello 0,5% (+1,2% a ottobre). 

Nel dettaglio i prestiti alle imprese sono rimasti stabili dopo che ad ottobre avevano evidenziato una crescita dello 0,8%. I prestiti alle famiglie continuano a crescere con un +1,8% contro il +1,7% del mese precedente. 

I tassi d’interesse sui mutui sono saliti al 2,35% dal 2,34% del mese scorso. Quelli per il credito al consumo sono pressoché invariati all’8,02% dall’8,08% precedente. I tassi d’interesse sui prestiti alle società sono scesi al 2,23% dal 2,31%.

Per quanto riguarda i depositi, il tasso di crescita sui dodici mesi è stato pari al 4,4%, rispetto al 3,2% di ottobre, mentre la raccolta obbligazionaria è diminuita del 9,3% contro il calo del 9% del mese scorso 

Scendono le sofferenze delle banche, per effetto delle richieste più rigorose della vigilanza della BCE, segnando un calo dell’1,7% a contro la diminuzione dell’1%.

Prestiti alle imprese stabili. Giù le sofferenze delle banche – Bankitalia
Prestiti alle imprese stabili. Giù le sofferenze delle banche –...