Prestiti a famiglie e imprese ancora in calo. Tassi ai minimi di sempre

(Teleborsa) – Ancora negativo l’andamento dei prestiti bancari a famiglie ed imprese. Il rapporto mensile dell’ABI rileva infatti ad ottobre un calo dei finanziamenti dello 0,31% dopo il -0,36% di settembre. Il trend è in recupero, dopo il picco del -4,5% registrato nel settembre 2013, ma i miglioramenti sono ancora marginali. 

L’ammontare dei finanziamenti è stato pari a 1.804,3 miliardi, sempre superiore all’ammontare complessivo della raccolta, pari a 1.661,7 miliardi.

In particolare, i mutui alle famiglie hanno segnato un aumento del 2,1%, mentre il totale dei prestiti all’economia mostra un bilancio ancora negativo (-0,14%) anche se meno accentuato rispetto a mese di settembre (-0,58%).

Quanto alla raccolta, continua a crollare la raccolta a medio e lungo termine, tramite obbligazioni (-16,35%), mentre crescono i depositi di oltre 32 miliardi rispetto (+2,47%). Resta negativo l’andamento della raccolta complessiva (depositi da clientela residente e obbligazioni), che a ottobre segna un calo dell’1,84% annuo.

I tassi d’interesse toccano un nuovo minimo storico: il tasso medio sul totale dei finanziamenti è calato al 2,94% dal 2,97% di settembre. In particolare i tassi d’interesse sui mutui non sono mai stati così bassi (2,02%) e circa due terzi si confermano a tasso fisso. Il tasso medio sui finanziamenti alle imprese è sceso ancora all’1,45% dall’1,50%.

Anche le sofferenze bancarie sono in leggero calo, attestandosi a 85,1 miliardi rispetto agli 85,4 miliardi di agosto. Il rapporto con i prestiti totali e’ stato del 4,79% dal 4,81% precedente.

Prestiti a famiglie e imprese ancora in calo. Tassi ai minimi di sempre
Prestiti a famiglie e imprese ancora in calo. Tassi ai minimi di ...