Porto di Trieste, da varco verso l’oriente a risorsa per l’Italia

(Teleborsa) – Zeno D’agostino è stato per oltre un anno Commissario straordinario del Porto di Trieste, poi nominato Presidente. lo scorso 9 novembre. Teleborsa lo ha incontrato nella storica Torre dei Lloyd, risalente al 1850, ora sede dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Orientale.

Il Presidente D’Agostino, nell’intervista, ha sottolineato l’importanza della “polivalenza” di Trieste, nettamente superiore a quella degli altri Porti.  “Il Porto di Trieste – ha precisato D’Agostino – dispone di una forte presenza di traffico petrolifero, nei settori “Container e Ro Ro” ed ha una importante formazione logistica di trasformazioni delle merci. Ma l’elemento su cui si è lavorato di più è la vocazione ferroviaria del Porto. Siamo fieri di questo”. 

Sviluppo ferroviario che ha visto e sta vedendo la progressiva formazione di convogli verso nuove destinazioni dell’Europa dell’est e del Nord, favorendo di conseguenza il movimento merci  da e per l’Estremo Oriente.

Porto di Trieste, da varco verso l’oriente a risorsa per l’Italia
Porto di Trieste, da varco verso l’oriente a risorsa per l&...