Piazza Affari tiene grazie agli energy. Chiudono in rosso le altre borse

(Teleborsa) – Seduta interlocutoria per Piazza Affari, che chiude sulla parità, mentre terminano in calo le altre Borse europee, che oggi hanno risentito anche dell’avvio debole di Wall Street. Sul Listino milanese hanno pesato le banche, ma la performance è stata controbilanciata dal buon andamento dell’energia.

Seduta in lieve rialzo per l’Euro / Dollaro USA, che avanza a quota 1,066. In aumento l’oro, che mostra un rialzo dello 0,43%, mentre il petrolio cede lo 0,53%.

Lo Spread migliora, toccando i 181 punti base, con un calo di 9 punti base rispetto al valore precedente, con il rendimento del BTP decennale pari al 2,14%.

Tra i mercati del Vecchio Continente fiacca Francoforte, che mostra un piccolo decremento dello 0,31%, discesa modesta per Londra, che cede lo 0,34%, pensosa Parigi, con un calo frazionale dello 0,52%.

Piazza Affari archivia la seduta sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a +0,16% sul FTSE MIB; sulla stessa linea, chiude la giornata senza infamia e senza lode il FTSE Italia All-Share, che rimane a 20.905 punti. Sulla parità il FTSE Italia Mid Cap (-0,11%); poco sotto la parità il FTSE Italia Star (-0,38%).

Alla chiusura della Borsa di Milano, il controvalore degli scambi nella seduta odierna risulta essere stato pari a 2,3 miliardi di euro, in deciso ribasso (-19,86%), rispetto alla seduta precedente che aveva visto la negoziazione di 2,87 miliardi di euro.

Tra i 217 titoli trattati, 101 azioni hanno chiuso la sessione odierna in progresso, mentre 108 hanno chiuso in ribasso. Invariati i restanti 8 titoli.

In luce sul listino milanese i comparti Immobiliare (+2,45%), Tecnologico (+1,50%) e Utility (+1,28%). In fondo alla classifica, i maggiori ribassi si sono manifestati nei comparti Vendite al dettaglio (-1,45%), Banche (-1,01%) e Materie prime (-0,93%).

Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, decolla Saipem, con un importante progresso del 4,10%.

In evidenza Recordati, che mostra un fortissimo incremento del 2,16%.

Si è mossa in territorio positivo STMicroelectronics, mostrando un incremento dell’1,75%.

Denaro su Terna, che registra un rialzo dell’1,54%.

Le peggiori performance sono quelle delle banche: BPER ha chiuso in calo del 3,45%, UBI Banca del 2,44% ed Unicredit del 2,24%.

Pessima performance per Prysmian, che registra un ribasso del 2,19%, che ha sofferto anche di un downgrade. 

In cima alla classifica dei titoli a media capitalizzazione di Milano, Fincantieri (+6,45%), El.En (+4,47%), Piaggio (+2,69%) e Hera (+1,93%).

Giornata no per il settore degli aeroporti al centro di operazioni di M&A: Aeroporto di Bologna ha terminato le contrattazioni in calo del 10,96% a causa di realizzi, dopo l’exploit dei giorni scorsi sui rumors di aggregazione, mentre Save lascia sul tappeto il 5,31%, su voci di vendita.

Piazza Affari tiene grazie agli energy. Chiudono in rosso le altre borse
Piazza Affari tiene grazie agli energy. Chiudono in rosso le altre&nbs...