Piazza Affari svetta sull’Europa

(Teleborsa) – Ottima giornata per la Borsa di Milano che svetta sui principali listini europei, rimasti ai nastri di partenza.

A dare sostegno al listino milanese il comparto bancario che ha festeggiato i 20 miliardi di euro concessi dal Governo dopo il flop dell’aumento di capitale  di MPS. Oggi, per volontà della CONSOB, tutti gli strumenti MPS (azioni, obbligazioni e derivati) sono stati sospesi dalle contrattazioni.

Sul valutario, l’Euro / Dollaro scambia sui valori della vigilia a 1,043. Lieve aumento dell’oro che sale a 1.132,9 dollari l’oncia.

Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) continua la seduta sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a -0,08%.

Lo Spread fa un piccolo passo indietro a quota 158 punti base.

Tra i mercati del Vecchio Continente chiude incolore Francoforte che non registra variazioni significative. Senza slancio Londra che archivia la giornata con un +0,06%. Oggi la borsa della City ha chiuso in anticipo in vista delle festività Natalizie. Stabile Parigi
che riporta un misero +0,10%.

Segno più per il listino italiano, con il FTSE MIB in aumento dell’1,17%. Sulla stessa linea il FTSE Italia All-Share che continua la giornata in aumento dello 0,91% rispetto alla chiusura precedente. Sotto la parità il FTSE Italia Mid Cap, che mostra un calo dello 0,32%; guadagni frazionali per il FTSE Italia Star (+0,27%).

Tra le migliori Blue Chip di Piazza Affari effervescente Telecom Italia che chiude in cima al Listino con un progresso del 4,45%. A dare manforte alle azioni i rumors di stampa su un possibile intervento governativo per bloccare la scalata dei francesi di Vivendi alle televisioni italiane ed evitare la cessione di Telecom Italia a Orange.

Incandescente A2A che vanta un incisivo incremento del 3,06%.

In primo piano Recordati che mostra un forte aumento del 2,75%.

Decolla Fiat che chiude con un importante progresso del 2,13%.

Le più forti vendite, invece, si sono abbattute su CNH Industrial, che chiude le contrattazioni a -1,02%.

Giornata fiacca per Unicredit, che archivia la seduta con un calo dello 0,56%.

Piccola perdita per Salvatore Ferragamo che chiude con un -0,54%.

Piazza Affari svetta sull’Europa
Piazza Affari svetta sull’Europa