Piazza Affari maglia nera in Europa. Ondata di vendite sulle banche

(Teleborsa) – Raffica di vendite sui listini azionari europei, dove la peggiore performance viene registrata dai titoli bancari. 

Nel frattempo, gli occhi degli investitori restano puntati sulle banche centrali. In particolare sulla Federal Reserve che si riunirà, la prossima settimana, mentre le ultime indicazioni macroeconomiche sono risultate deboli, hanno scoraggiato le aspettative che la Federal Reserve alzi i tassi nel breve termine.

Prevale la cautela sull’Euro / Dollaro USA, che continua la seduta con un leggero calo dello 0,24%. Nessuna variazione significativa per l’oro, che scambia sui valori della vigilia a 1.312,1 dollari l’oncia. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) crolla dell’1,55%, scendendo fino a 43,23 dollari per barile.

Avanza di poco lo spread, che si porta a 132 punti base, evidenziando un aumento di 2 punti base, con il rendimento del BTP a 10 anni pari all’1,30%.

Tra gli indici di Eurolandia soffre Francoforte, che evidenzia una perdita dell’1,30%, discesa modesta per Londra, che cede un piccolo -0,39%, e calo deciso per Parigi, che segna un -1,28%.

A Milano, forte calo del FTSE MIB (-1,97%), che ha toccato 16.268 punti; sulla stessa linea, profondo rosso per il FTSE Italia All-Share, che retrocede a 17.904 punti, in netto calo dell’1,84%. In ribasso il FTSE Italia Mid Cap (-1,06%), come il FTSE Italia Star (-1,0%).

In discesa a Piazza Affari tutti i comparti. In fondo alla classifica, i maggiori ribassi si sono manifestati nel comparto Banche (-3,22%). Sotto pressione MPS (-7,05%) che in attesa del nuovo Presidente segna un nuovo minimo storico a 0,2054 euro. Il toto-nomine per la Presidenza di Monte dei Paschi di Siena, ha preso il via. Al momento il candidato più forte indicato dalla stampa sarebbe Fabrizio Saccomanni.

C’è un altro titolo sotto i riflettori del mercato, è BPER (-2,77%) il giorno dopo che il Cda del gruppo modenese ha esaminato il dossier delle quattro good bank. 

Oggetto di forti vendite in Europa è, invece, il titolo Deutsche Bank (-7,75%) che risente dell’istanza di risarcimento avanzata dal Dipartimento di Giustizia americano, che ha chiesto 14 miliardi di dollari, nell’ambito dello scandalo subprime, che portò al fallimento di Lehman Brothers.

Tra gli altri titoli bancari di Piazza Affari, lettera su Azimut, che registra un importante calo del 5,34%. In apnea Mediobanca, che arretra del 4,58%. Tonfo di UBI Banca, che mostra una caduta del 4,13%.

Scala le marce Fiat Chrysler Automobiles (-2,32%) dopo che gli analisti di Alpha Value hanno rivisto al ribasso il giudizio a “add” dal precedente “buy”.

Resiste alle vendite Campari (+0,36%) dopo che Bank of America ha alzato il giudizio a “buy”.

Tiene Poste Italiane (+0,08%) entrata nel capitale di SIA con il 14,85%.

Piazza Affari maglia nera in Europa. Ondata di vendite sulle banche
Piazza Affari maglia nera in Europa. Ondata di vendite sulle banc...