Piazza Affari incolore assieme al resto d’Europa. Focus su MPS e banche

(Teleborsa) – Avvio di giornata all’insegna della cautela per Piazza Affari e le altre borse europee, nelle ultime giornate utili prima dle lungo stop natalizio.

Le borse asiatiche hanno chiuso deboli, in attesa dei dati macro USA del pomeriggio, mentre Wall Street ha terminato gli scambi poco mossa.

Tematiche ormai note catturano l’interesse degli operatori a Piazza Affari: la vicenda Mediaset e la crisi di MPS, che ieri sera ha annunciato i primi risultati dell’aumento di capitale.

L’Euro / Dollaro USA mantiene la posizione sostanzialmente stabile su 1,045. Aumenta di poco lo spread, che si porta a 158 punti base, con un lieve rialzo di 2 punti base, con il rendimento del BTP a 10 anni pari all’1,82%.

Tra i listini europei piatta Francoforte, che tiene la parità, senza spunti Londra, che non evidenzia significative variazioni sui prezzi, sostanzialmente debole Parigi, che registra una flessione dello 0,33%. Piazza Affari avvia la seduta sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a +0,12% sul FTSE MIB.

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Banca MPS, che avvia le contrattazioni a -6,75% dopo una sospensione iniziale senza indicazione di prezzo. Tengono invece Banca Popolare di Milano (+0,99%), Banco Popolare (+0,90%) e Unipol (+0,66%).

Soffre Buzzi Unicem, che evidenzia una perdita dell’1,54%.

Si muove sotto la parità Fineco, evidenziando un decremento dello 0,73%.

Contrazione moderata per Terna, che soffre un calo dello 0,65%.

In cima alla classifica dei titoli più importanti di Milano, troviamo Saipem (+2,19%).

Bene anche Mediaset, che guadagna lo 0,66%, in attesa delle prossime mosse di Vivendi.

Piazza Affari incolore assieme al resto d’Europa. Focus su MPS e banche
Piazza Affari incolore assieme al resto d’Europa. Focus su MPS e...