Piazza Affari in coda all’Europa. Pesano i titoli bancari

(Teleborsa) – Ancora in rosso profondo i mercati del Vecchio Continente. Già da stamane le piazze europee hanno avviato la seduta al ribasso. Gli investitori temono un imminente aumento dei tassi da parte della Fed.

Piazza Affari si allinea al profondo rosso dei listini europei penalizzata dai titoli bancari.
Sostanzialmente stabile l’Euro / Dollaro USA, che continua la sessione a 1,122. L’Oro continua la seduta sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a -0,17%. Prevalgono le vendite sul petrolio (Light Sweet Crude Oil), che continua la giornata a 44,86 dollari per barile, in forte calo del 2,22%.

Sulla parità lo spread, che rimane a quota 125 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona all’1,29%.

Tra i listini europei, lettera su Francoforte, che registra un importante calo del 2,05%, in apnea Londra, che arretra dell’1,70%, e tonfo di Parigi, che mostra una caduta del 2,06%.

A picco Piazza Affari, con il FTSE MIB che accusa un ribasso del 2,82. Sulla stessa linea il FTSE Italia All-Share, che retrocede a 18.317 punti, ritracciando del 2,69%. 

In discesa a Piazza Affari tutti i comparti. Nel listino, i settori Telecomunicazioni (-3,93%), Banche (-3,82%) e Servizi per la finanza (-3,73%) sono stati tra i più venduti.

Nessuna Blue Chip mette a segno una performance positiva.

Le peggiori performance si registrano su Unicredit-5,13% che sta valutando i pretendenti alla corsa per Pioneer.  

Lettera su Banco Popolare, che registra un importante calo del 4,77%. Scivola anche la Banca Popolare di Milano. Oggi le due banche sono impegnate con i rispettivi CdA, dopo l’OK alla fusione da parte della BCE. 

Rosso fisso per MPS  alle prese con la nomina del nuovo Amministratore delegato

Saipem arretra del 4,72%.

Tonfo di Unipol, che mostra una caduta del 4,56%.

Piazza Affari in coda all’Europa. Pesano i titoli bancari
Piazza Affari in coda all’Europa. Pesano i titoli bancari