Piazza Affari in coda all’Europa. Pesano i bancari

(Teleborsa) – Piazza Affari in coda alle principali borse europee. Dopo un avvio dimesso la borsa di Milano ha accelerato al ribasso zavorrata dei titoli bancari appesantiti dalla nuova normativa europea sui NPL che ha scatenato molti dubbi. Che questa potrebbe essere “potenzialmente negativa per l’Italia” lo ha rivelato anche Credit Suisse in report  e anche le imprese non nascondono una certa preoccupazione.

Toni duri anche dal numero uno dell’ABI, Antonio Patuelli che ha definito “terremoto normativo” la stretta della BCE sui crediti deteriorati.

In Italia, c’è grande attesa per il pronunciamento di Moody’s sul merito di credito dell’Italia. Questa sera l’agenzia di rating statunitense rivelerà il merito di credito tricolore, attualmente “Baa2” con outlook negativo (il downgrade rispetto al precedente outlook “stabile” risale allo scorso dicembre).

Intanto, gli investitori europei rimangono cauti in attesa per il Job Report americano mentre buone notizie giungono dall’economia mondiale con il FMI pronto a migliorare le previsioni di crescita globale.

Sostanzialmente stabile l’Euro / Dollaro USA, che continua la sessione sui livelli della vigilia e si ferma a 1,171, mentre prosegue la fase di recupero del dollaro sulla moneta unica. L’Oro continua la seduta sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a +0,01%. Giornata negativa per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che continua gli scambi a 50,29 dollari per barile, in calo dello 0,98%.

Nello scenario borsistico europeo poco mosso Francoforte che mostra un +0,11%. Stesso andamento per Londra +0,11%. Lieve calo per Parigi (-0,18%). Tra gli indici milanesi scambia con un calo dello 0,73% il FTSE MIB, mentre il FTSE Italia All-Share scivola dello 0,68%.

Tra le migliori azioni italiane Leonardo che avanza dell’1,80% grazie alla raccomandazione “buy” di UBS .

Fa bene Yoox (+1,27%).

Resiste alle vendite STM che sale dello 0,30%.

Le peggiori performance si registrano sulle banche  BPER  scivola del 3,27%.
Gionata no per Banco BPM che mostra un -1,52%

Sotto pressione UBI Banca con un ribasso del 2,76%

In rosso Unicredit che cede l’1,26%.

Unica nota intonata Mediobanca. Equita Sim ha alzato la raccomadanzione sul titolo a “buy” 

Fuori dal principale listino rialzi a due cifre per Cattolica dopo che Warren Bufett è diventato il principale azionista.

Piazza Affari in coda all’Europa. Pesano i bancari
Piazza Affari in coda all’Europa. Pesano i bancari