Piazza Affari e le altre borse aprono in rosso dopo due giorni di rally

(Teleborsa) – Le borse europee e Piazza Affari tirano il fiato, dopo il rally degli ultimi due giorni, innescato dalle decisioni della Fed sui tassi e dal cambio della politica monetaria della Bank of Japan.

Oggi, sulle piazze europee prevalgono i realizzi e la cautela, in vista di alcuni importanti dati macro, come la lettura preliminare dei PMI manifatturieri. A dettare prudenza anche l’avvicinarsi della riunione OPEC, mentre il petrolio light crude ritraccia dai massimi a 45,87 dollari (-0,95%).

Sostanzialmente stabile l’Euro / Dollaro USA, che continua la sessione sui livelli della vigilia e si ferma a 1,121. Consolida i livelli della vigilia lo spread, attestandosi a 128 punti base, con un rendimento del BTP decennale all’1,20%.

Tra i listini europei piatta Francoforte, che passa di mano sulla parità, tentenna Londra, con un modesto ribasso dello 0,30%, accompagnata da Parigi, che cede uno 0,49%. Stessa impostazione per il Listino milanese, con il FTSE MIB che lima lo 0,52%.

Tra i best performers di Milano, si distingue Salvatore Ferragamo che balza del 2,18%, grazie ad un upgrade a “buy” di Kepler Cheuvreux. 

Bene anche Mediaset (+1,24%).

Fra i più forti ribassi si segnala invece Moncler, che apre la seduta con -3,46%.

Sotto pressione il settore finanziario, con Azimut in ribasso dell’1,67%. Fra le banche, si classificano le peggiori Banco Popolare (-1,33%) e Banca Popolare di Milano (-1,27%). Male anche Banca MPS, che scivola dell’1,82%, nonostante la parziale apertura dell’UE agli aiuti di stato.

Piazza Affari e le altre borse aprono in rosso dopo due giorni di rally
Piazza Affari e le altre borse aprono in rosso dopo due giorni di ...