Piazza Affari è la migliore in Europa. Acquisti sulle Blue-Chips

(Teleborsa) – Piazza Affari chiude in vetta ai Listini europei, muovendosi in controtendenza rispetto ai mercati più grandi di Parigi e Francoforte, a dispetto delle incertezze politiche ed economiche alimentate dall’ipotesi di avvio di una proceduta di infrazione all’Italia. 

La Borsa di Milano ha beneficiato in particolare dell’ottima performance di molte blue-chips, che ha controbilanciato la generale debolezza delle banche.

Gli investitori europei si sono invece concentrati sule ultime mosse della Fed e sulle strategie della BCE, scontando la forza dell’euro contro il biglietto verde. Il cambio Euro / Dollaro USA conferma mostra un rialzo dello 0,32% a 1,08.

Fra le commodities, l’Oro prosegue gli scambi con guadagno frazionale dello 0,66%. Sostanzialmente stabile il mercato petrolifero, che continua la sessione sui livelli della vigilia con il petrolio (Light Sweet Crude Oil) che scambia a 53,85 dollari per barile.

In discesa lo spread, che retrocede a quota 179 punti, con un decremento di 6 punti base rispetto a ieri, mentre il BTP decennale riporta un rendimento del 2,21%. Il differenziale non sembra ancora scontare la possibilità di commissariamento dell’Italia.

Tra i listini europei sottotono Francoforte che mostra una limatura dello 0,27%, meglio Londra, che recupera lo 0,48%, senza spunti Parigi, che segna un -0,01%. 

Seduta positiva per il listino milanese, che porta a casa un guadagno dello 0,79% sul FTSE MIB; sulla stessa linea, il FTSE Italia All-Share fa un piccolo salto in avanti dello 0,70%, portandosi a 20.677 punti. Sui livelli della vigilia il FTSE Italia Mid Cap (+0,12%), come il FTSE Italia Star|M,indice dei titoli del segmento STAR (0,1%).

In Borsa di Milano, il controvalore degli scambi nella seduta odierna è stato pari a 2,44 miliardi di euro, restando invariato rispetto alla seduta precedente.

A fronte dei 218 titoli trattati, 105 azioni hanno chiuso in ribasso. Per contro 103 azioni hanno portato a casa un incremento. Poco mosse le altre 10 azioni del listino italiano.

Tecnologico (+4,00%), Vendite al dettaglio (+2,26%) e Chimico (+2,13%) in buona luce sul listino milanese. Nella parte bassa della classifica di Piazza Affari, sensibili ribassi si sono manifestati nei comparti Immobiliare (-1,98%) e Banche (-0,92%).

Tra le migliori Blue Chip di Piazza Affari, in evidenza CNH Industrial, , grazie a ricoperture dopo la deblacle di ieri sui conti.

Bene anche STMicroelectronics (+5%), Poste Italiane (+3,85%) e Ferrari, (+3,73%), quest’ultima dopo i solidi risultati di bilancio. 

La peggiore performance è quella di Saipem, che ha chiuso a -2,75%.

Si concentrano le vendite su Unicredit, che soffre un calo dell’1,65%, nel giorno in cui sono arrivati i dettagli dell’aumento di capitale. Vendite anche su UBI Banca, che registra un ribasso dell’1,47%, Fineco, che flette dello 0,98%.

Piazza Affari è la migliore in Europa. Acquisti sulle Blue-Chips
Piazza Affari è la migliore in Europa. Acquisti sulle Blue-Chips