Piazza Affari chiude in coda all’Europa

(Teleborsa) – Le borse europee chiudono la giornata in lieve rialzi mentre Piazza Affari rimane in coda. A sostenere gli eurolistini contribuiscono l’accordo in USA sull’innalzamento del tetto del debito e quanto emerso ieri dal Beige Book.

Intanto, la BCE come atteso, ha lasciato invariati i tassi con il Governatore dell’Eurotower, Draghi che rimanda il tapering.”Se ne discuterà ad ottobre”, ha spiegato. Riviste al rialzo le stime di PIL per il 2017 mentre sono state tagliate quelle sull’inflazione per il 2018

L’Euro / Dollaro USA continua la sessione in rialzo e avanza a quota 1,203. L’Oro continua gli scambi a 1.347,3 dollari l’oncia, con un aumento dello 0,99%. Prevale la cautela sul mercato petrolifero, con il petrolio (Light Sweet Crude Oil) che continua la seduta con un leggero calo dello 0,47%, dopo che le scorte di petrolio settimanali in USA è aumentato oltre le stime.

Tra i listini europei in luce Francoforte con un progresso dello 0,67%. Guadagni per Londra che mostra un frazionale rialzo dello 0,58%. Resiste alle vendite Parigi che segna un piccolo aumento dello 0,26%. In calo la Borsa di Milano con il FTSE MIB che chiude in calo dello 0,42%.

Tra le migliori Blue Chip di Piazza Affari, andamento positivo per Luxottica, che avanza di un discreto +2%. Nel lusso fa bene anche Yoox che avanza dell’1,31%.

Tra i best performers di Milano, in evidenza STMicroelectronics (+2,52%), Yoox (+1,71%), Luxottica (+1,66%) e Mediaset (+1,49%).

Si è mossa in territorio positivo Mediaset, mostrando un incremento dell’1,19%.

Le più forti vendite si abbattono sui bancari e su Ferrari, che prosegue le contrattazioni con un -6,91%, dopo il downgrade di Morgan Stanley.

Vendite a piene mani su Exor, che soffre un decremento del 3,55%.

Scivola Leonardo, con uno svantaggio dell’1,22%, sulle voci di slittamento della maxi gara in USA.

Piazza Affari chiude in coda all’Europa
Piazza Affari chiude in coda all’Europa