Piazza Affari azzera i guadagni. Tornano a scendere le banche

(Teleborsa) – Scambi in rialzo per le principali Borse europee, ma non per il listino milanese, che mostra gli indici in rosso dopo una prima parte della mattinata in rialzo. A perdere quota le banche: nella riunione di ieri al Mef con i massimi esponenti di Bankitalia e dei principali istituti bancari si è solo fatto il punto sulla situazione, ha precisato il ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan.

L’Euro / Dollaro USA continua la seduta poco sotto la parità, con un calo dello 0,39%. Sessione debole per l’oro, che scambia con un calo dello 0,21%. Seduta in frazionale ribasso per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che lascia, per ora, sul parterre lo 0,49%.

Invariato lo spread, che si posiziona a 134 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si attesta all’1,24%.

Tra le principali Borse europee piccoli passi in avanti per Francoforte, che segna un incremento marginale dello 0,39%, decolla Londra, con un importante progresso dell’1,58%, buona performance per Parigi, che cresce dello 0,70%.

Si muove in frazionale ribasso Piazza Affari, con il FTSE MIB che sta lasciando sul parterre lo 0,25%.

In luce sul listino milanese i comparti Vendite al dettaglio (+1,21%), Automotive (+1,19%) e Telecomunicazioni (+1,06%). Tra i peggiori della lista troviamo i comparti Banche (-1,16%), Utility (-0,76%) e Viaggi e intrattenimento (-0,55%).

Tra i best performers di Milano, si distinguono Saipem (+1,43%), Telecom Italia (+1,30%), Ferrari (+1,27%) e Banca Mediolanum (+1,17%). Le peggiori performance, invece, si registrano su Unicredit -2,95%. Soffre Terna, che evidenzia una perdita dell’1,58%. Calo deciso per Banca Popolare dell’Emilia Romagna, che segna un -1,55%. Sotto pressione Snam, con un forte ribasso dell’1,39%.

Sul listino completo scivola in rosso Banzai -0,87% nonostante la firma della cessione di Saldiprivati.

Piazza Affari azzera i guadagni. Tornano a scendere le banche
Piazza Affari azzera i guadagni. Tornano a scendere le banche