Petrolio torna sopra 44 dollari, Barkindo smentisce minacce Arabia Saudita

(Teleborsa) – Il prezzo del petrolio riduce la discesa delle ore precedenti dopo che il segretario generale dell’Opec, Mohammed Barkindo ha smentito indiscrezioni di stampa secondo cui l’Arabia Saudita avrebbe minacciato di alzare la produzione, in occasione di un meeting di esperti OPEC, tenutosi la scorsa settimana.

Il barile di Brent, il greggio di riferimento del mare del Nord risulta in calo dell’1,46% a 46,53 dollari dopo essere sceso fino a un minimo di seduta a 46,09 dollari. Il West Texas Intermediate (WTI) riduce la flessione all’1,52% scambiando a 43,98 dollari (minimo a 43,57 dollari).

“L’Arabia Saudita non ha minacciato di aumentare la propria produzione di greggio se gli altri membri dell’OPEC non sono d’accordo”, ha spiegato Barkindo aggiungendo che “il contribuito dei sauditi è stato come sempre costruttivo”.

Petrolio torna sopra 44 dollari, Barkindo smentisce minacce Arabia Saudita
Petrolio torna sopra 44 dollari, Barkindo smentisce minacce Arabia&nbs...