Petrolio, scattano le prese di profitto. Il WTI resta sopra i 51 dollari al barile

(Teleborsa) – Qualche piccola presa di beneficio sul petrolio, dopo l’exploit della vigilia che ha fatto schizzare il prezzo del greggio oltre i 51 dollari al barile. 

A infiammare le quotazioni la proposta dell’OPEC alla Russia di congelare o tagliare la produzione, che sembra possa essere accettata da Vladimir Putin. I Paesi produttori stimano di trovare la quadra su un taglio alla produzione, nel prossimo incontro in calendario a fine novembre. 

Stamane il WTI scambia a 51,11 dollari al barile (-0,47%), mentre il Brent guadagna 5 cent, portandosi a 53,19 dollari al barile.

Petrolio, scattano le prese di profitto. Il WTI resta sopra i 51 dollari al barile
Petrolio, scattano le prese di profitto. Il WTI resta sopra i 51 dolla...