Petrolio, prezzi volatili. Conto alla rovescia per il vertice OPEC

(Teleborsa) – Prezzi del petrolio volatili stamane dopo la risalita di ieri sostenuta dalla crisi in Libia e dall’apertura del Venezuela al congelamento della produzione di petrolio. 

Sui mercati asiatici, il Light Sweet Crude registra una salita dello 0,85% a 43,67 dollari al barile, mentre il Brent Crude lima lo 0,19% a 46,33 dollari al barile.

In Libia gli scontri militari tra i terminal petroliferi di Ras Lanuf e Sidra, hanno provocato il blocco delle esportazioni dai porti libici. Sono ripresi, infatti, i combattimenti tra le forze fedeli al governo di unità nazionale libico, appoggiato dalle Nazioni Unite, e quelle dell’amministrazione rivale per il controllo dei porti petroliferi nell’est del Paese africano.

Gli occhi degli investitori restano tutti puntati sull’incontro informale di fine mese, ad Algeri, dove i membri dell’OPEC si riuniranno con i produttori che non fanno parte del cartello per discutere sulla sovrabbondanza dell’offerta attuale.

Intanto, il presidente venezuelano, Nicolas Maduro, ha assicurato che i produttori di oro nero sono vicini ad un accordo per stabilizzare i prezzi sul mercato petrolifero. Si riaccendono, dunque, le speranze verso un possibile raggiungimento di un’intesa, grazie anche alla positività del segretario generale dell’Opec, Mohammed Sanusi Barkindo, che ha dichiarato di essere ottimista sull’esito del meeting, il prossimo 27 settembre, in occasione del quindicesimo Forum internazionale sull’energia.

Petrolio, prezzi volatili. Conto alla rovescia per il vertice OPEC
Petrolio, prezzi volatili. Conto alla rovescia per il vertice OPE...