Petrolio, l’OPEC ha detto sì al taglio della produzione

(Teleborsa) – Via libera dell’OPEC al taglio sulla produzione di greggio. Le indiscrezioni circolate nel pomeriggio su un taglio alla produzione da 1,2 milioni di barili hanno trovato conferma per voce del ministro del petrolio degli Emirati Arabi Uniti. La riduzione dei livelli produttivi partirà a gennaio. La speranza di un primo taglio in otto anni ha fatto volare il prezzo del petrolio già da stamane in accelerazione.

Il contratto sul Light Crude americano balza dell’8,62% arrivando a 49,13 dollari al barile, mentre quello sul Brent a Londra sale del 79% a 51,58 USD/B. 

Dunque il meeting di Vienna ha messo d’accordo le posizioni più distanti ma il lavoro continua perché ora si guarda a trovare un’intesa con i Paesi non-OPEC.

Soddisfazione è stata espressa da Mohammed Bin Saleh Al-Sada, Presidente dell’OPEC che ha dichiarato. “Un grande passo avanti e un accordo storico che riporterà definitivamente in equilibrio il mercato riducendo l’accumulo di scorte”.

Il numeeo dell’OPEC ha aggiunto che anche la Russia è sulla strada dei tagli. Il Paese ridurrà la propria produzione petrolifera  di 300mila barili al giorno.

Petrolio, l’OPEC ha detto sì al taglio della produzione
Petrolio, l’OPEC ha detto sì al taglio della produzione