Pensioni, l’INPS recede dalle convenzioni con le banche per la cessione del quinto

(Teleborsa) – Nuove regole vengono dettate dall’INPS per l’estinzione di finanziamenti concessi ai pensionati dietro la cessione del quinto della pensione.

L’INPS ha dunque annunciato il recesso dalle precedenti convenzioni con banche ed altri intermediari finanziari, approvando un nuovo schema di convenzione in cui trova applicazione la determinazione dei nuovi tassi effettivi globali medi ai fini della legge sull’usura determinati dal MEF e vigenti dal 1° aprile 2017.

In particolare, sono state modificate le classi di importo rilevanti ai fini delle operazioni di cessione del quinto dello stipendio e della pensione, indicando due nuove soglie: inferiori a 15 mila euro e superiori a 15 mila euro (precedentemente le soglie erano inferiori a 5 mila euro e superiori a 5 mila euro).

Le Banche e gli Intermediari Finanziari interessati potranno aderire al nuovo testo di convenzione.

 

Il nuovo schema di atto convenzionale, in conformità a quanto disposto dal decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze, contempla altresì la riparametrazione delle classi di età del pensionato, con una logica di diversificazione e maggior dettaglio.

Pensioni, l’INPS recede dalle convenzioni con le banche per la cessione del quinto
Pensioni, l’INPS recede dalle convenzioni con le banche per la c...