Padoan: “sistema bancario pronto a voltare pagina”

(Teleborsa) – Il sistema bancario italiano è ad un “punto di svolta”. E’ ottimista il Ministro dell’ Economia, Pier Carlo Padoan, in audizione sul dl banche in audizione alle Commissioni Finanze di Camera e Senato.

“Visto l’andamento incoraggiante dell’economia non è da escludersi l’innesco di un circolo virtuoso tra consolidamento bancario, pulizia dei bilanci, ripresa della crescita e ritorno a condizioni di normalità e uscita dalla crisi”, ha assicurato Padoan.

“Essenziale per un buon funzionamento del sistema bancario è la fiducia”. Non bisogna gettare “discredito. La fiducia – ha detto il Ministro- è un bene pubblico: è facile distruggerla e difficile ricostruirla. Nel dibattito sulle banche si è a volte gettato discredito sull’intero settore alimentando una percezione negativa in Italia e all’estero sbagliata  e non motivata. Ritengo si tratti di un atteggiamento dannoso che mette a repentaglio la funzionalità’ di un settore vitale per l’economia la crescita e il lavoro”.

Parlando della svolta positiva delle banche, Padoan ha fatto esempi. Ci sono alcuni punti importanti: Unicredit sta per lanciare oggi un aumento di capitale importante, UBI si è dimostrata disponibile ad acquisire tre delle quattro banche regionali, Banca Popolare Milano e Banco Popolare hanno completato un’importante aggregazione”.

Nel corso dell’audizione Padoan ha spiegato che il fondo interbancario ha già rimborsato 37,5 milioni ai piccoli obbligazionisti delle quattro banche regionali coinvolte dal salvataggio pubblico e conta di arrivare a 190 milioni a fine procedura.  La cifra prospettata dal ministro dell’Economia si confronta con i 340 milioni di euro di obbligazioni che sono finite nei portafogli di piccoli azionisti mentre le obbligazioni che al momento del salvataggio sono state azzerate ammontano a 768 milioni di euro. 

Non poteva mancare un accenno del Ministro alla “ricapitalizzazione precauzionale” di MPS . L’unica alternativa all’intervento di supporto dello Stato alle banche in difficoltà era la loro liquidazione con “conseguenze gravissime sui risparmiatori, sulle imprese affidate sui lavoratori e sulla fiducia”, ha spiegato il Ministro che non ha dubbi sul fatto che bisogna “intervenire per poche banche che hanno evidenziato criticità”.

Il management di Monte dei Paschi “gode della fiducia del governo”, ha detto il titolare del dicastero di Via XX settembre che ha assicurato che l’intervento dello Stato nel capitale di Rocca Salimbeni consentirà un risanamento definitivo della banca che “risanata tornerà sul mercato”. Secondo Padoan, i manager che “hanno violato norme deontologiche e penali” devono essere sanzionati.
Su questi casi, “la magistratura sta già conducendo inchieste e il governo auspica che la giustizia individui le responsabilità e sanzioni adeguatamente i colpevoli”.

Padoan: “sistema bancario pronto a voltare pagina”
Padoan: “sistema bancario pronto a voltare pagina”