Opening bell intonata a Wall Street

(Teleborsa) – Wall Street apre la giornata con la giusta intonazione dopo le prime indiscrezioni sul taglio della produzione da parte dell’OPEC.

Il Dow Jones sale dello 0,47% a 19.211,1 punti. Sulla stessa linea l’Indice S&P-500 che fa un piccolo salto in avanti dello 0,40%, portandosi a 2.213,37 punti. Guadagni frazionali per il Nasdaq 100 (+0,33%).

Dal fronte macro, crescono gli occupati ADP facendo ben sperare per il dato sul tasso di disoccupazione che verrà svelato venerdì prossimo.

Si distinguono nel paniere S&P 500 i settori Energia (+3,62%), Finanziario (+1,35%) e Materiali (+0,83%). Tra i più negativi della lista del paniere S&P 500, troviamo i comparti Utilities (-1,91%) e Telecomunicazioni (-1,00%).

Tra le migliori Blue Chip del Dow Jones, Goldman Sachs (+2,87%), Chevron (+2,36%), Exxon Mobil (+1,96%) e JP Morgan (+1,43%).

Le peggiori performance, invece, si registrano su Verizon Communication, che ottiene -0,72%.

Tentenna Wal-Mart, con un modesto ribasso dello 0,67%.

Giornata fiacca per McDonald’s, che archivia la seduta con un calo dello 0,55%.

Piccola perdita per Intel, che chiude con un -0,56%.

Sul podio dei titoli del Nasdaq, CSX (+2,82%), Netflix (+2,13%), Netease (+1,88%) e SBA Communications (+1,80%).

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Autodesk, che prosegue le contrattazioni a -2,64%.

Spicca la prestazione negativa di American Airlines che scende dell’1,60%.

Charter Communications scende dell’1,52%.

Calo deciso per Illumina, che segna un -1,43%.

Opening bell intonata a Wall Street
Opening bell intonata a Wall Street