OCSE, Gurria: “Dopo cinque anni deludenti, economia globale ha preso la strada giusta”

(Teleborsa) – “L’economia globale ha una prospettiva di una crescita modestamente più alta, dopo cinque anni di risultati deludenti deboli”. E’ quanto ha dichiarato il segretario generale dell’OCSE Angel Gurria, durante la presentazione del Global Economic Outlook di novembre 2016.

“Alla luce del contesto di tassi d’interesse bassi, i politici hanno una finestra di opportunità per fare un uso più attivo delle leve fiscali per stimolare la crescita e ridurre le disuguaglianze, senza compromettere i livelli di debito. Noi li esortiamo a farlo “, ha detto Gurria.
 
Iniziative di spesa pubblica potrebbero catalizzare l’attività economica privata e potrebbero essere d’aiuto per far uscire l’economia globale fuori dalla trappola della bassa crescita.

Tra le principali economie avanzate, l’attività dovrebbe accelerare negli Stati Uniti con l’economia che dovrebbe crescere del 2,3% nel 2017 e del 3% nel 2018. L’area dell’Euro crescerà dell’ 1,6% nel 2017 e dell’1,7% nel 2018.

In Giappone, la crescita è stimata al 1% nel 2017 e 0,8% nel 2018. I Paesi dell’ area OCSE sono destinati a crescere del 2% nel 2017 e 2,3% nel 2018.

Non poteva mancare da parte dell’OCSE uno sguardo all’Italia in vista dell’importante appuntamento del referendum di domenica prossima.

L’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico ha confermato le previsioni di crescita economica dell’Italia allo 0,8% quest’anno, mentre ha ritoccato al rialzo di un decimale la stima del PIL 2017 portandolo allo 0,9%. Sul 2018, le previsioni arrivano al +1%. Per quanto riguarda il mercato del lavoro, prevede un tasso di disoccupazione all’11,5% quest’anno, all’11% nel 2017 e al 10,7% nel 2018. 

Per quanto riguarda il referendum, secondo l’OCSE le riforme “rappresenterebbero un passo in avanti, dato che semplificherebbero il processo legislativo e chiarirebbero la suddivisione di responsabilità tra Stato e amministrazioni locali che ha intralciato gli investimenti pubblici e privati”.

Infine l’OCSE ha dato il suo pieno appoggio alle richieste all’UE dell’Italia sulla flessibilità di bilancio. Quanto previsto nella Legge di Bilancio “è ampiamente appropriato, posto che i margini disponibili vengano utilizzati per finanziare le politiche che favoriscano una crescita più rapida e sostenibile”.

OCSE, Gurria: “Dopo cinque anni deludenti, economia globale ha preso la strada giusta”
OCSE, Gurria: “Dopo cinque anni deludenti, economia globale ha p...