Obama in Grecia avverte l’UE: “L’austerità non basta e crea populismi”

(Teleborsa) – La prima tappa dell’ultimo tour europeo del Presidente uscente degli Stati Uniti d’America, Barack Obama, inizia dalla Grecia, un paese da anni sotto l’austerità europea. Ed è proprio da Atene che l’inquilino della Casa Bianca lancia un avvertimento all’Unione Europea: “l’austerity crea populismi e da sola non porta prosperità”.

Il Presidente americano durante l’incontro con il presidente greco Prokopis Pavlopoulos e il premier Alexis Tsipras ha elogiato gli sforzi fatti finora dell’esecutivo greco: “Le riforme non sono facili, ma sono necessarie per rendere un’economia più competitiva”, ha detto, spiegando come abbia ritenuto “appropriato, nel suo ultimo viaggio all’estero, visitare la Grecia che è la culla della democrazia”. “Noi americani rimarremo fianco a fianco con il popolo greco”.

Oggi, 16 novembre, Obama visiterà l’Acropoli e terrà un discorso sulla democrazia e sulla globalizzazione prima di volare a Berlino.

Obama in Grecia avverte l’UE: “L’austerità non basta e crea populismi”
Obama in Grecia avverte l’UE: “L’austerità non bast...