Notizie dal Forex 9 febbraio 2017

(Teleborsa) – L’euro si mostra debole nei confronti del biglietto verde messo sotto pressione dal nervosismo soprattutto per le presidenziali francesi. A preoccupare gli investitori è il rischio di una vittoria della candidata del Front National, Marine Le Pen, che ha presentato un programma elettorale in cui è previsto l’abbandono dell’euro e l’uscita dall’Unione europea. Il cross euro/dollaro scambia a 1,0682.

Il dollaro perde forza nei confronti di uno yen considerato tradizionale divisa rifugio. Il biglietto verde scambia a 112,42 yen zavorrato dalle politiche di Donald Trump su immigrazione e protezionismo e dalla propensione del presidente americano per un dollaro debole. Gli ultimi dati macro, poi, hanno raffreddato le aspettative per un rialzo dei tassi di interesse USA a marzo. Il primo livello di resistenza è visto a 112,78 dollari.

Sterlina in rialzo approfitta di un dollaro messo sotto pressione da un clima di generalizzata incertezza a livello politico, con gli Stati Uniti di Donald Trump osservati speciali. La divisa britannica scambia a 1,2572 e mostra un corposo aumento dello 0,25%. Le misure protezionistiche del nuovo presidente USA e alcuni dati macro nel complesso deludenti hanno diminuito la pressione sulla Fed.

Euro debole nei confronti dello yen penalizzato dai timori sulla situazione politica europea che spingono la domanda verso la moneta giapponese considerata valuta rifugio. A pesare sull’euro è, in particolare, la minaccia costituita dalla candidata dell’estrema destra francese alla presidenza Marine Le Pen, che ha puntato la propria campagna elettorale sull’uscita di Parigi dalla valuta unica. Il cross euro/yen scambia a 120,10.

Notizie dal Forex 9 febbraio 2017
Notizie dal Forex 9 febbraio 2017