No alle Olimpiadi 2024 a Roma, ma la comunità resta divisa sulla scelta della Raggi

(Teleborsa) – Virginia Raggi ha detto no alle Olimpiadi 2024: al di là del dibattito squisitamente politico, la scelta è stata motivata da considerazioni di carattere economico. “Con queste Olimpiadi ci chiedono di fare altri debiti per i romani, noi non ce la sentiamo”, ha detto ieri la prima cittadina di Roma.

Ma quanto sono già costate le Olimpiadi? Il Comune ha già sborsato 20 milioni di euro al CONI, negli ultimi due anni, solo per promuovere la candidatura della Capitale. Nell’ultimo bilancio sono iscritti 2,2 milioni di spese del comitato organizzatore. Una cifra certamente non irrisoria, ma che nulla ha a che vedere con il costo della realizzazione dell’evento. Ed a questa cifra ha fatto riferimento il Presidente del CONI Giovanni Malagò, parlando del danno erariale cui saranno chiamati a rispondere i consiglieri comunali che hanno votato no. 

Frattanto, le parti sociali ed i cittadini restano divisi sul giudizio in merito a questa decisione.

L’associazione dei consumatori Adiconsum ha preso le parti della Raggi, approvando la scelta del no e sottolineando che si tratta di una “scelta sacrosanta” a favore dei giovani e del futuro. 

Non è dello stesso parere  chi opera nel settore dell’immobiliare: secondo il capo ufficio studi di Idealista.it, Vincenzo de Tommaso, il no è un “serio ostacolo agli interventi di riqualificazione della città previsti nel dossier riguardante le opere pianificate per l’evento sportivo, alcune delle quali già finanziate”. A questo proposito si cita anche l’esempio dell’Expo 2015, che ha portato ad una rivalutazione degli immobili a Milano nelle zone limitrofe.

No alle Olimpiadi 2024 a Roma, ma la comunità resta divisa sulla scelta della Raggi
No alle Olimpiadi 2024 a Roma, ma la comunità resta divisa sulla scel...