Nazioni Unite infliggono nuove sanzioni alla Corea del Nord

(Teleborsa) – Le Nazioni Unite infliggono nuove sanzioni alla Corea del Nord: ieri 11 settembre, il Consiglio di Sicurezza dell’ONU ha approvato all’unanimità il divieto alle esportazioni tessili di Pyongyang. Bandite anche le esportazioni di petrolio e gas naturale verso la Corea del Nord se non quantità strettamente necessaria per il sostentamento. 

La comunità internazionale ha condannato pesantemente il regime di Pyongayang, dopo l’ultimo test nucleare che ha fatto salire la tensione internazionale anche se i Paesi rimangono concordi nell’evitare un conflitto.

“Il mondo civilizzato deve fare quello che la Corea del Nord non sta facendo, ossia fermare la sua marcia verso la costruzione di un arsenale nucleare. La scelta è loro. Se continueranno su questa strada continueremo ad aumentare la pressione, se decideranno di cambiare percorso il mondo vivrò’ in pace con loro”, ha dichiarato l’ambasciatrice americana all’ONU, Nikki Haley.

Anche la Cina è dello stesso parere. Secondo il rappresentante permanente cinese all’ONU Liu Jieyi la crisi “deve essere risolta in modo pacifico”.

Seul da parte sua ritiene che le sanzioni possano costituire un avvertimento contro provocazioni del dittatore nordcoreano Kim Jong un. Le nuove sanzioni del Consiglio di sicurezza dell’ONU sono un “pesante” monito alla Corea del Nord e “rappresentano il rinnovato impegno della comunità internazionale a non tollerare lo sviluppo nucleare e missilistico del Nord”, spiega in una nota il governo sudcoreano

Nazioni Unite infliggono nuove sanzioni alla Corea del Nord
Nazioni Unite infliggono nuove sanzioni alla Corea del Nord