Natale 2016, scatta il toto regali fra austerity e voglia di spendere

(Teleborsa) – Il Natale è ormai vicino, ma c’è ancora molta incertezza su come sarà quest’anno la stagione dei regali: le ricerche sono contrastanti e dividono gli ottimisti dai pessimisti.

Secondo un sondaggio condotto da eBay, i regali quest’anno saranno più ricchi, con una spesa media in crescita dell’8% a 211 euro: la spesa dovrebbe variare fra un massimo di 138 euro per i figli ed un minimo di 60 euro per i genitori,fatta eccezione per un extra di 26 euro per i colleghi.

Non così ottimista l’Osservatorio Federconsumatori: il budget che ogni famiglia metterà in campo quest’anno sarà di circa 124,80 euro, pari ad un giro di affari di circa 3,12 miliardi di Euro. Ben l’85,2% delle tredicesime è dedicato al pagamento di tasse, mutui, bolli, canoni, rimborsi debiti famiglie che vivono a rate.

Guardando, invece, ai prezzi, crescono mediamente dello 0,7%: ad aumentare maggiormente sono i costi degli articoli da regalo (+1,8%) e dei prodotti alimentari (+2,1%). Una parentesi a parte meritano i prodotti tecnologici di ultima generazione (il cui costo aumenta mediamente del +2%). In contrazione, invece, i costi degli alberi di Natale e degli addobbi (rispettivamente -1% e -2%).

Natale 2016, scatta il toto regali fra austerity e voglia di spendere
Natale 2016, scatta il toto regali fra austerity e voglia di spen...