MPS, settimana cruciale per la successione di Viola

(Teleborsa) – Si apre una settimana cruciale per la ricerca del successore alla guida di MPS.

Dopo le dimissioni dell’amministratore delegato Fabrizio Viola che hanno scatenato un vero terremoto, la banca senese è partita alla caccia del successore.

Da giorni, in pole position il nome Marco Morelli, numero uno di Bofa Merrill Lynch in Italia, che dovrebbe ricevere l’incarico in settimana.

La banca si prepara a presentare la lista dei candidati alla successione al omitato nomine, mentre domani si attende l’OK della BCE.

L’arrivo di Morelli alla guida del Monte dei Paschi di Siena sembrerebbe quasi una strada obbligata per la banca senese, in un momento così delicato della banca che si prepara all’aumento di capitale (il terzo dal 2014) già previsto entro l’anno.

Morelli è un volto noto a Rocca Salimbeni, visto che il manager è stato a Siena dal 2003 al 2010 con varie cariche. 

Rassicurazioni arrivano anche dal Tesoro, che attualmente detiene una quota del 4,02% nell’istituto senese. Secondo il MEF la situazione sarebbe “sotto controllo”.

La Fondazione MPS, azionista della banca senese dal canto suo, fa pressing per arrivare “quanto prima alla individuazione condivisa di una professionalità di alto profilo in grado di ricoprire la carica di Amministratore Delegato di MPS che dovrà affrontare le importanti sfide future a partire dall’attuazione del piano industriale, al fine di creare valore per gli azionisti e soprattutto per l’economia del nostro paese e per il territorio di riferimento”.

MPS, settimana cruciale per la successione di Viola
MPS, settimana cruciale per la successione di Viola