MPS, CdA verifica requisiti e divieto di interlocking per vertici

(Teleborsa) – Il Consiglio di Amministrazione di MPS a seguito delle nomine dell’Assemblea del 24 novembre 2016, ha confermato la verifica della sussistenza dei requisiti di professionalità ed onorabilità del Presidente Alessandro Falciai, dell’Amministratore Delegato Marco Morelli e di Massimo Egidi.

La banca precisa che il Presidente Falciai, in conformità a quanto dallo stesso dichiarato, è stato ritenuto indipendente ai sensi del D.Lgs. n. 58/1998 (TUF), ma non ai sensi del Codice di Autodisciplina e, quindi, non è stato valutato come indipendente ai sensi dello Statuto della Banca. Per Morelli è stata confermata la non indipendenza.. Anche Egidi è stato valutato come Consigliere indipendente.

Attualmente quindi sono presenti in Consiglio otto amministratori indipendenti, pari a oltre la metà dei componenti il Consiglio, per cui la percentuale resta ampiamente superiore alla soglia minima (di almeno un terzo) indicata dal Codice di Autodisciplina per gli emittenti appartenenti all’indice FTSE-Mib e stabilita anche dallo Statuto della Banca.

Il Consiglio di Amministrazione ha, infine, confermato per tutti e tre gli esponenti – così come per il Dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili societari, Nicola Massimo Clarelli – la non sussistenza di situazioni rilevanti ai sensi della normativa in materia di divieto di interlocking. Ossia il divieto di “assumere o esercitare cariche in imprese, o gruppi di imprese, concorrenti, operanti nei mercati del credito, assicurativo e finanziario”.

MPS, CdA verifica requisiti e divieto di interlocking per vertici
MPS, CdA verifica requisiti e divieto di interlocking per vertici