Milano scende, l’Europa precipita

(Teleborsa) – Partenza sottotono per le principali borse europee in una giornata ricca sia sul fronte delle trimestrali sia su quello macroeconomico. L’attenzione degli investitori resta concentrata sul PIL USA che sarà diffuso prima dell’avvio di Wall Street. 

L’Euro / Dollaro USA mantiene la posizione sostanzialmente stabile su 1,17. L’Oro continua la seduta sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a -0,03%. Seduta sulla parità per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che si attesta a 49 dollari per barile.

Invariato lo spread, che si posiziona a 156 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si attesta al 2,08%.

Tra gli indici di Eurolandia giornata fiacca per Francoforte, che registra un calo dello 0,60%. Perdita frazionale per Londra, -0,34%. Vendite anche su Parigi, che mostra un ribasso dell’1,04%. Si muove in frazionale ribasso Piazza Affari, con il FTSE MIB che sta lasciando sul parterre lo 0,47%.

Chimico (+1,58%) e Petrolifero (+0,83%) in buona luce sul listino milanese. Tra i peggiori della lista di Milano, in maggior calo i comparti Tecnologico (-1,78%), Beni personali e casalinghi (-1,51%) e Vendite al dettaglio (-0,99%).

Tra le migliori Blue Chip di Piazza Affari, denaro su Saipem, che registra un rialzo dell’1,06%. Bilancio positivo per ENI, che vanta un progresso dello 0,83%, festeggiando i conti del primo semestre. Buoni anche i risultati di Italgas (-0,23%) che conferma gli obiettivi.

Sostanzialmente tonico Moncler, che registra una plusvalenza dello 0,58% sulla scia della trimestrale.

Le peggiori performance, invece, si registrano su Luxottica, che ottiene -3,72%.

Sensibili perdite per STMicroelectronics, in calo del 2,05%.

Seduta negativa per Banca Mediolanum, che chiude gli scambi con una perdita dell’1,71%.

Sotto pressione Ferrari, che accusa un calo dell’1,38%.

Milano scende, l’Europa precipita
Milano scende, l’Europa precipita