Mercato immobiliare UE: la crisi è finita, anche in Italia

(Teleborsa) – Segnali di ripresa giungono finalmente dal mercato immobiliare europeo, dopo dieci anni di crisi. In tutti i comparti aumentano gli scambi e anche le quotazioni salgono più dell’inflazione, si legge nell’European Outlook 2018, presentato oggi a Milano da Scenari Immobiliari. 

“Anche in Italia – ha detto il presidente del gruppo Mario Breglia – la crisi è finita, ma la ripresa appare più delicata, a causa delle debolezze strutturali del nostro Paese”.  
“Gli spazi di crescita del mercato italiano – ha concluso Breglia – sono notevoli nella locazione residenziale, nel terziario innovativo (come il co-working) e nell’ampia area dei servizi. Sono necessari investimenti per la messa in sicurezza delle case. Non va dimenticato che c’è quasi un milione di case in corso di costruzione, bloccate dai fallimenti o dai concordati delle imprese edili. La tassazione allontana investitori istituzionali e privati. Ci troviamo così marginali in un contesto dove l’immobiliare è uno strumento di cambiamento urbano e di allocazione di grandi risorse”.

A livello delle cinque principali nazioni europee il fatturato dei mercati nel 2017 crescerà del sei per cento per arrivare quasi al nove il prossimo anno. Più forte la crescita in EU28 con il 12,9 per cento, nettamente superiore all’otto per cento degli USA.

Spagna e Francia nel 2018 si troveranno in vero boom con fatturati in crescita superiore al dieci per cento. Anche l’Inghilterra dovrebbe recuperare dopo un cattivo biennio. La Germania crescerà in linea con l’Italia, poco più del sei per cento.

Mercato immobiliare UE: la crisi è finita, anche in Italia
Mercato immobiliare UE: la crisi è finita, anche in Italia