Mercati senza slancio guardano al Job Report

(Teleborsa) – Tagliano il traguardo di metà giornata in lieve salita le principali borse del Vecchio Continente mentre Piazza Affari continua sotto la parità. A tenere banco sui mercati le numerose trimestrali, mentre si guarda al Job Report americano, vero market mover della settimana.

Dal fronte macro, migliorano le vendite al dettaglio in Italia, mentre frena la produzione industriale spagnola.

L’Euro / Dollaro USA è sostanzialmente stabile e si ferma su 1,187. L’Oro mantiene la posizione sostanzialmente stabile su 1.268,7 dollari l’oncia. Sessione debole per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che scambia con un calo dello 0,41%.

Tra le principali Borse europee, in lieve salita  Francoforte che passa di mano con un +0,13%. Sulla stessa linea Londra che salew dello 0,15%. Segno più per Parigi che avanza dello 0,23%.

Si muove in frazionale ribasso Piazza Affari, con il FTSE MIB che sta lasciando sul parterre lo 0,16%. Sulla stessa linea il FTSE Italia All-Share.

Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione acquisti a piene mani su BPER che, all’indomani dei conti, balza del 4,94%.

In salita dell’,1,40% Salvatore Ferragamo su cui piovono le ricoperture dopo i cali consistenti dei giorni scorsi, 

Unipol mostra guadagni frazionali. Il gruppo ha annunciato i conti del primo semestre.

Guadagno moderato per Unicredit che avanza dello 0,34% dopo la corsa di ieri 3 agosto, innescata dai conti.

In rosso Mediobanca  che non gioisce dei buoni conti.

Le più forti vendite, invece, si abbattono su Campari, che soffre un calo di oltre il 3% penalizzata dai conti che hanno deluso le attese

In rosso UBI Banca in attesa dei conti.

Vendite su STMicroelectronics che registra un ribasso dell’1,77%.

In retromarcia Buzzi Unicem che registra un ribasso dell’1,67%.

Mercati senza slancio guardano al Job Report
Mercati senza slancio guardano al Job Report