Mediaset Premium accusa il contraccolpo della lite con Vivendi sugli abbonati

(Teleborsa) – Mediaset Premium aveva circa 2 milioni di abbonati alla fine del 3° trimestre, sotto di 200 mila rispetto al target. Lo ha ammesso l’Ad di Premium, Franco Ricci, amministratore delegato di Premium, nel corso della presentazione delle nuove offerte natalizie.

Di questa cifra – ha spiegato – la metà fanno riferimento al flop dell’accordo con Telecom, l’altra metà alla diatriba con i francesi di Vivendi. Pur prospettando un recupero degli abbonamenti nell’ultimo trimestre, il manager ha ammesso che “sarà difficile” recuperare quelli perduti nel 3° trimestre. 

Quanto ai risultati, Ricci ha confermato che “il 2016 chiuderà in perdita come era previsto chiudesse” e che la raccolta pubblicitaria salirà del 3-4%.

L’Ad di Premium ha anche parlato della possibile partecipazione alle prossime aste sui diritti TV del calcio, per la Serie A e per la Champions League, ma dovrà aspettare prima indicazioni dell’azionista, qualunque sia Mediaset o Vivendi.

Sul tema della vendita di Premium è intervenuto anche il CFO di Mediaset, Marco Giordani, affermando che la compagnia di Cologno Monzese “non ha in corso trattative né con Vivendi né con Sky”. 

Il manager ha precisato che con Vivendi sono stati interrotti tutti i rapporti dal 25 luglio scorso, quando è stato fatto il passo indietro su Premium, ed ha smentito che sia stato dato un mandato a Mediobanca  di mediare con i francesi o che vi sia un ruolo di Telecom nelle trattative, come riportato da alcuni organi di stampa.

Mediaset Premium accusa il contraccolpo della lite con Vivendi sugli abbonati
Mediaset Premium accusa il contraccolpo della lite con Vivendi sugli&n...