Manovra, via libera del CdM alla nota di variazioni al bilancio

(Teleborsa) – Via libera da parte del Consiglio dei Ministri alla “Nota di variazioni” al bilancio di previsione dello Stato per il triennio 2017-2019.

“La manovra – si legge nella nota di Palazzo Chigi – è coerente con un obiettivo di indebitamento netto delle amministrazioni pubbliche pari al 2,3% del PIL e assicura, anche per gli anni successivi, il conseguimento degli obiettivi di finanza pubblica indicati nella nota di aggiornamento al DEF (-1,2% del PIL nel 2018 e -0,2% nel 2019).

Le modifiche apportate – spiegano i Ministri – sono complessivamente neutrali sia in termini di saldo del bilancio dello Stato (saldo netto da finanziare), sia di indebitamento netto delle amministrazioni pubbliche e determinano una modesta ricomposizione degli aggregati di entrata e di spesa. Per effetto degli emendamenti approvati si riducono, tra le altre variazioni, le spese correnti (di circa 100 milioni nel 2017 e 45 milioni nel 2018) a favore dell’incremento di quelle di conto capitale (60 milioni nel 2017 e 15 milioni nel 2018) e di una ulteriore riduzione delle imposte (40 milioni nel 2017 e 30 milioni nel 2018)”, conclude la nota del Governo.

Ora la Camera si prepara a votare la stessa nota di aggiornamento alle 13:00.

A seguire la discussione generale sulla legge di bilancio dopo che venerdì scorso Montecitorio ha dato il suo voto di fiducia. Il voto finale sulla Manovra è previsto intorno alle 16:00.

La palla passerà poi al Senato la prossima settimana. E’ prevista infatti una pausa dei lavori visto il referendum costituzionale che domenica 4 dicembre chiamerà gli italiani alle urne.

Manovra, via libera del CdM alla nota di variazioni al bilancio
Manovra, via libera del CdM alla nota di variazioni al bilancio