Manovra, Rossi (Bankitalia): “Crescita 1% ambiziosa ma non impossibile”

(Teleborsa) – “Il mio amico e collega Signorini in audizione” alle Camere sulla nota di aggiornamento al Def “ha detto che il quadro macroeconomico tendenziale è prudente, mentre il quadro programmatico che innalza la crescita di 0,4 punti è ambizioso, che non vuol dire a portata di mano, ma nemmeno difficilissimo o impossibile”. Lo ha sottolineato il direttore generale della Banca d’Italia, Salvatore Rossi, ospite a ‘L’intervista’ di Maria Latella su Skytg24. 

Rossi ha anche risposto ad una domanda su Equitalia. ”Rispondo da economista”, ha premesso. ”Da un lato abbiamo un problema antichissimo che è quello dell’evasione, dall’altro abbiamo un problema di contingenze, di emergenza, che è quello degli investimenti. Le imprese devono trovare il coraqgio e la voglia di investire. Sono obiettivi che a volte sono in conflitto. Il governo sta cercando di contemperarli, sostituendo lo strumento ritenuto, a torto o a ragione vessatorio, con altri strumenti che ugualmente consentano di ridurre l’evasione e dare un segnale all’economia con il messaggio investite, investite, investite”.

Quella del Monte dei Paschi di Siena è “una difficile vicenda” con la “difficile strada che dovrebbe portare al risanamento” dell’istituto, ma che JpMorgan sia monopolista “non mi sembra proprio”, ha detto ancora Rossi rispondendo sui rilievi fatti da De Bortoli sul Corsera al ruolo della banca americana. “Jp morgan è un adivisor, un consigliere insieme a Mediobanca”, ha detto Rossi che ha voluto anche “fare chiarezza sui ruoli”. “A vigilare sul Monte dei Paschi è il Single Supervisory Mechanism, la vigilanza europea che sta a Francoforte, che vigila sulla base di istruttorie fatte da Banca d’Italia. Non siamo noi ad emettere il giudizio finale, pur se la Banca d’Italia è parte insieme a tutte le altre banche centrali”.

Manovra, Rossi (Bankitalia): “Crescita 1% ambiziosa ma non impossibile”
Manovra, Rossi (Bankitalia): “Crescita 1% ambiziosa ma non impos...