Manovra, Furlan (Cisl) plaude l’intervento su previdenza e produttività

(Teleborsa) – Giudizio complessivamente positivo del sindacato Cisl sulla Manovra, in particolare per quel che concerne previdenza e produttività. 

Lo ha annunciato il segretario generale Annamaria Furlan, parlando di una manovra di “portata notevole” e dando un giudizio severo sull’Europa riguardo il Fiscal Compact, ovvero quel complesso di regole di bilancio che limitano le misure espansive. “Se l’Europa non cambia statuto economico non ha bisogno di ulteriori Brexit perché muore da sola”, ha affermato lapidaria, aggiungendo che “serve una discussione seria in Europa” e criticando ancora una volta l’austerità che “contribuisce a creare condizioni di non riconoscimento dell’Europa”.

L a Furlan indicando quale punto debole il rinvio di un anno del tema dell’Irpef, ha auspicato che in questo lasso di tempo “maturi nel paese l’idea di una riforma fiscale” e si apra un tavolo di confronto con le parti sociali. “Noi abbiamo le carte in regola per sederci a quel tavolo”, ha aggiunto.

Plauso invece alle risorse per la previdenza (7 miliardi) e la produttività, che definisce una “una risposta adeguata” agli impegni assunti nei tavoli di confronto e misure che “vanno nel senso giusto”.

La leader della Cisl ha espresso un giudizio positivo anche alle misure per le imprese (super ammortamento, decontribuzione per il Sud ecc.), perché “gli incentivi sono essenziali per chi investe”.

In merito al finanziamento della revisione dei contratti nel pubblico impiego (circa 1,9 miliardi), la sindacalista ha ricordato che si tratta di una cifra “omnicomprensiva” e che bisognerà vedere quanto resta per la riforma dei contratti degli statali.

In merito all’annunciata abolizione di Equitalia, la Furlan ha affermato che “non deve indebolire” l’attività di verifica, controllo e prevenzione dell’evasione fiscale.

Manovra, Furlan (Cisl) plaude l’intervento su previdenza e produttività
Manovra, Furlan (Cisl) plaude l’intervento su previdenza e ...